New media

10 gennaio 2012 | 12:24

APPLE: CINA, HANNO MINACCIATO SUICIDIO TECNICI IPHONE E IPAD

CHIEDEVANO SUSSIDI DISOCCUPAZIONE. ORA SITUAZIONE NORMALE

(ANSA) – PECHINO, 10 GEN – Per alcune ore, un centinaio di lavoratori della Foxconn, l’azienda taiwanese che produce in Cina gli iPhone e iPad, hanno manifestato sul tetto di una delle strutture della società  minacciando di lanciarsi nel vuoto in caso di mancato versamento del sussidio per la disoccupazione promesso dall’azienda. Lo riferiscono fonti delle associazioni per i diritti civili. La protesta era nata dopo che 300 dipendenti dell’impianto Foxconn di Wuhan, capoluogo della provincia centrale dell’Hubei, si erano visti rifiutare il 3 gennaio l’indennità  dai vertici dell’azienda, teatro nei mesi scorsi di una serie di suicidi tra i suoi dipendenti. La situazione ha messo in allarme anche il sindaco di Wuhan, che si è recato personalmente sul posto per cercare di portare avanti una trattativa e convincere i dipendenti a cambiar idea. Alle nove di sera di ieri, dopo ore di colloqui, tutti i dipendenti sono tornati al lavoro. (ANSA).