Google ammette: otteniamo profitti da pubblicità  illegale

Roma, 10 gen. (TMNews) – Google sta ottenendo profitti dalla pubblicità  di prodotti illegali, generata dal suo sistema automatico a bandierine. Lo ha scoperto la Bbc. Tra gli annunci incriminali ci sono quelli di rivenditori non ufficiali dei biglietti delle Olimpiadi di Londra 2012, oltre che quelli di trafficanti di cannabis e venditori di false identità . Annunci che sono stati prontamente rimossi dal web da Google dopo la segnalazione della Bbc. Il portale ha inoltre eliminato i link ai rivenditori non ufficiali di biglietti per i Giochi Olimpici dopo una richiesta della polizia. Il colosso dei motori di ricerca ha però fatto sapere che la compagnia non si priverà  del denaro guadagnato con questa pubblicità  illegale prima che gli annunci venissero rimossi.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)

Le dirette video di Facebook disponibili a tutti gli utenti. In Italia le stanno già sperimentando

Per cercare di superare la crisi l’ad di Twitter licenzia quattro dirigenti