Editoria/ Fnsi: Testate a rischio, urge sostituire Malinconico

Si rispettino impegni in milleproroghe o altro ma fare presto

Roma, 11 gen. (TMNews) – “C’è la necessità  di ripristinare l’interlocutore che riapra subito un confronto con noi perchè la situazione sta rapidamente degenerando”. E’ l’appello al governo da parte del segretario aggiunto della Fnsi, Giovanni Rossi, affinchè venga indicato subito un sostituto per Carlo Malinconico, che ieri si è dimesso da sottosegretario alla presidenza del Consiglio con delega all’editoria. “In questi primi giorni di inizio anno – ha detto Rossi, nell’ambito di una conferenza stampa alla Camera sulla vertenza del quotidiano ‘Liberazione’ – ho partecipato a tante vertenze di testate a rischio. E’ una situazione che si sta espandendo a macchia d’olio sul territorio nazionale”.

“Il finanziamento pubblico all’editoria va discusso – ha concesso Rossi – a patto però che non vengano danneggiati i giornali veri e i giornalisti veri”. Quindi, ha concluso, “gli impegni assunti e in costruzione abbiano un seguito, magari nel milleproroghe o in altre soluzioni: l’importante è che si faccia presto”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

La Regione Lazio presenta le azioni per l’editoria. Zingaretti: obiettivo ridare dignità al settore, sostenendolo

Priorità nel continuare a promuovere la lettura di libri, dice Pietro Grasso al convegno Il libro digitale

Pearson taglia 4 mila posti di lavoro. Annunciato il piano di ristrutturazione da mezzo miliardo di dollari