TLC

12 gennaio 2012 | 10:35

Tlc: nuova delibera Ngn inserisce unbundling per Telecom (MF)

MILANO (MF-DJ)–Dopo due anni di discussioni, l’Authority per le comunicazioni ha dato il via libera alle nuove regole per le reti di nuova generazione Ngn. E nella delibera e’ stato inserito formalmente l’obbligo di unbundling per Telecom.

E non poteva essere altrimenti, spiega MF, visto che a chiederlo era stata la Commissione europea. Ma di fatto gli operatori alternativi non potranno avere un accesso disaggregato vero e proprio alla rete. L’obbligo dell’unbundling per Telecom, infatti, ci sara’ solo “ove tecnicamente possibile”, spiega la delibera. Il punto e’ che l’architettura di rete scelta dall’ex monopolista, il cosiddetto Gpon, non rende appunto tecnicamente possibile il servizio. Qualcosa certo potrebbe cambiare in futuro con i miglioramenti della tecnologia, ma per il momento l’unbundling e’ come se non ci fosse. C’e’ pero’ qualcos’altro che gli assomiglia: il servizio end-to-end. Telecom sara’ obbligata a portare fibra su richiesta dei concorrenti ai clienti di questi ultimi che saranno in pratica raggiunti da due cavi, quello di Telecom e quello del concorrente. Il punto piu’ delicato della questione e’ il prezzo che l’operatore alternativo dovra’ pagare all’ex monopolista per la “costruzione” di questo tratto di rete aggiuntiva. I concorrenti vorrebbero pagare un canone mensile un po’ come avviene con l’attuale unbundling.