New media

16 gennaio 2012 | 17:34

Web: Osservatore Romano, attenti a Wikipedia. Conoscenza richiede fatica

(ASCA) Città  del Vaticano, 16 gen – ”Wikipedia e i traduttori automatici possono insomma essere davvero preziosi, ma a patto di conservare la capacità  critica e l’umiltà  (da humus, che in latino significa ‘terra’): qualita’ unite dal fatto di essere attente alla realtà . Senza illudersi che la conoscenza si possa raggiungere con poca fatica”: lo scrive oggi l’Osservatore Romano in un articolo firmato dal critico musicale Marcello Filotei e intitolato ”Le trappole nascoste nella rete”. Il giornale vaticano prende le mosse da due articoli sul traduttore automatico di Google e su Wikipedia pubblicati su Repubblica e Le Monde per avvertire che gli ‘strumenti eccezionali’ messi a disposizione della conoscenza dalla tecnologia contemporanea vanno usati ‘con grande attenzione e consapevolezza per esprimere a pieno il loro potenziale’. La settimana scorsa, la Sala Stampa vaticana ha diffuso accidentalmente delle biografie tratte da Wikipedia dei nuovi cardinali nominati da papa Benedetto XVI.