TLC

17 gennaio 2012 | 11:42

Seat P.G.: oggi Cda decisivo (MF)

MILANO (MF-DJ)–Oggi, il consiglio di amministrazione di Seat Pagine Gialle si riunira’ a Torino per giocare una partita decisiva.

Sul tavolo, spiega MF, c’e’ la rinegoziazione del maxi-debito da 2,7 miliardi, una telenovela che si prolunga da quasi quattro mesi. Infatti Seat e’ in default tecnico dal novembre scorso, quando il Cda decise di non pagare i 52 mln di interessi del bond Lighthouse. La societa’ scelse di non portare i libri in tribunale, visto che l’accordo sul debito sembrava in dirittura d’arrivo. Oggi pero’ il tempo e’ scaduto e l’a.d. Alberto Cappellini ne e’ del tutto consapevole. Al punto da porre bondholder, banche e fondi azionisti di fronte a un ultimatum: accordo o via alle procedure concorsuali, tertium non datur. L’aut aut sara’ messo nero su bianco nella nota che sara’ diffusa dopo il vertice. Sulla carta l’ostacolo principale e’ rappresentato dagli obbligazionisti senior, che oggi hanno in mano bond per 750 milioni con scadenza al 2017. Inizialmente questa classe di creditori era estranea alla partita, ma oggi il Cda li fara’ entrare nel negoziato a tutti gli effetti.

Intanto a carico di Seat sarebbe spuntato anche il rischio di un onere fiscale come conseguenza della conversione in equity di gran parte dell’obbligazione Lighthouse. La trasformazione di 1,2 mld di bond in azioni al valore nominale potrebbe comportare la creazione nei conti della societa’ di una sopravvenienza attiva che e’ tassabile con un’aliquota del 27,5%: risulta difficile per ora determinare l’esatto ammontare dell’onere, ma la tegola dovrebbe quanto meno superare i 100 milioni. Legali e commercialisti impegnati nel riassetto finanziario di Seat sono al lavoro per studiare le strade percorribili per attutire al minimo l’impatto della norma fiscale.