Cinema: titoli Usa in sala, incassi deboli prima delle nomination

(ASCA) – Roma, 17 gen – Lo scorso anno i quattro film più attesi in Usa – ‘The Fighter’,’Il Grinta’, ‘The King’s speech’ e ‘The Black swan’ – sono stati protagonisti degli Oscar e al botteghino ‘The Fighter’ ha chiuso a 93 milioni di dollari in Usa e altri 35 in giro per il mondo, ‘True Grit’ (Il Grinta) ne ha incassati 171 solo negli Usa (piu’ 79 fuori) e i due ‘co-protagonisti’ della notte degli Oscar ‘The King’s Speech’ (Il discorso del re) e ‘Black Swan’ (Il cigno nero) hanno incassato rispettivamente 138 milioni di dollari negli Usa (altri 275 fuori) e 106 milioni di dollari negli Usa (altri 222 fuori). Non si può dire lo stesso, oggi, dei film più attesi dell’anno, che hanno registrato incassi inferiori: uscito negli Usa il 30 dicembre, ‘The Iron Lady’ ha incassato 7 milioni di dollari, ‘Tinker, Tailor, Soldier, Spy’ con Gary Oldman e Colin Firth, uscito il 9 dello stesso mese, e’ arrivato a 15 milioni di dollari. ‘The Artist’, uscito il 25 novembre e costato 15 milioni di dollari, ne ha portati a casa per ora solo 9. Poco più di un milione di dollari l’incasso di ‘Carnage’ ($1,491,000), 2.6 per ‘Shame’, 2.7 per ‘A Dangerous Method’, 11.4 per ‘My Week with Marilyn’, 15.7 per ‘Young Adult’. E’ andata meglio a ‘The Descendants’ (Paradiso amaro): uscito il 16 Novembre, ha incassato 47 milioni di dollari. ‘War Horse’ di Steven Spielberg ha incassato negli Usa quanto il costo: 66 milioni di dollari, 68 milioni di dollari l’incasso di ‘The Adventures of Tintin’, 54 l’incasso di ‘Hugo’. Molti di questi titoli saranno i nuovi protagonisti della notte degli Oscar che si svolgerà  a Los Angeles il 26 Febbraio. Intanto, il 24 Gennaio, saranno ufficialmente annunciate le nomination, capaci di riaccendere l’interesse del grande pubblico in sala.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Venticinque milioni in più per il tax credit per il cinema. Il ministro Franceschini: uno strumento di sostegno che sta conoscendo un successo straordinario

Dalle serie tv, agli spettacoli comici passando per le produzioni made in Italy. Conto alla rovescia per l’arrivo di Netflix nel nostro paese

Dalla revisione di tax credit e quote di partecipazione, al nuovo modello per la negoziazione dei diritti. Governo al lavoro per il rilancio del settore audiovisivo