Cinema

17 gennaio 2012 | 12:33

Cinema: titoli Usa in sala, incassi deboli prima delle nomination

(ASCA) – Roma, 17 gen – Lo scorso anno i quattro film più attesi in Usa – ‘The Fighter’,'Il Grinta’, ‘The King’s speech’ e ‘The Black swan’ – sono stati protagonisti degli Oscar e al botteghino ‘The Fighter’ ha chiuso a 93 milioni di dollari in Usa e altri 35 in giro per il mondo, ‘True Grit’ (Il Grinta) ne ha incassati 171 solo negli Usa (piu’ 79 fuori) e i due ‘co-protagonisti’ della notte degli Oscar ‘The King’s Speech’ (Il discorso del re) e ‘Black Swan’ (Il cigno nero) hanno incassato rispettivamente 138 milioni di dollari negli Usa (altri 275 fuori) e 106 milioni di dollari negli Usa (altri 222 fuori). Non si può dire lo stesso, oggi, dei film più attesi dell’anno, che hanno registrato incassi inferiori: uscito negli Usa il 30 dicembre, ‘The Iron Lady’ ha incassato 7 milioni di dollari, ‘Tinker, Tailor, Soldier, Spy’ con Gary Oldman e Colin Firth, uscito il 9 dello stesso mese, e’ arrivato a 15 milioni di dollari. ‘The Artist’, uscito il 25 novembre e costato 15 milioni di dollari, ne ha portati a casa per ora solo 9. Poco più di un milione di dollari l’incasso di ‘Carnage’ ($1,491,000), 2.6 per ‘Shame’, 2.7 per ‘A Dangerous Method’, 11.4 per ‘My Week with Marilyn’, 15.7 per ‘Young Adult’. E’ andata meglio a ‘The Descendants’ (Paradiso amaro): uscito il 16 Novembre, ha incassato 47 milioni di dollari. ‘War Horse’ di Steven Spielberg ha incassato negli Usa quanto il costo: 66 milioni di dollari, 68 milioni di dollari l’incasso di ‘The Adventures of Tintin’, 54 l’incasso di ‘Hugo’. Molti di questi titoli saranno i nuovi protagonisti della notte degli Oscar che si svolgerà  a Los Angeles il 26 Febbraio. Intanto, il 24 Gennaio, saranno ufficialmente annunciate le nomination, capaci di riaccendere l’interesse del grande pubblico in sala.