EDITORIA: 15 FEBBRAIO A ROMA ‘LA CARTA AL TEMPO DI INTERNET’

CONFERENZA FILIERA CARTA, EDITORIA, STAMPA E TRASFORMAZIONE

(ANSA) – ROMA, 18 GEN – Le associazioni della Filiera Carta, Editoria, Stampa e Trasformazione (Acimga, Aie, Anes, Argi, Asig, Assocarta, Assografici e Fieg) terranno mercoledì 15 febbraio alle 10.30, al Senato, Sala Capitolare del Chiostro del Convento di Santa Maria sopra Minerva, Piazza della Minerva 38 in Roma, una conferenza-stampa sulla situazione delle imprese della Filiera e sulle sue prospettive. Il Prof. Alessandro Nova dell’Università  L. Bocconi di Milano – spiega una nota congiunta – illustrerà  lo studio annuale che evidenzierà  l’importanza dei settori che compongono la Filiera nel contesto industriale italiano, mentre le Associazioni di categoria rappresentate indicheranno le misure di politica industriale ritenute necessarie per il rilancio del settore. Il successivo dibattito, sul tema ‘La carta al tempo di Internet: ri/conciliare valori e conoscenza’, introdotto e coordinato da Giulio Anselmi, presidente Fieg, vedrà  i contributi del vicepresidente di Confindustria, Vincenzo Boccia, e del Direttore Scientifico di Media Duemila, Derrick De Kerckhove. Gli interessati potranno accreditarsi scrivendo a: comunicazione@fieg.it; fax 06-4871109. Gli operatori dell’informazione (giornalisti, fotografi e operatori) dovranno inviare le richieste di accredito a comunicazione@fieg.it; fax 06-4871109, corredate da: dati anagrafici (luogo e data di nascita); estremi della tessera dell’Ordine dei giornalisti (o del documento di identità  per gli altri operatori dell’informazione); l’indicazione della testata di riferimento. (ANSA).

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)

Le dirette video di Facebook disponibili a tutti gli utenti. In Italia le stanno già sperimentando

Per cercare di superare la crisi l’ad di Twitter licenzia quattro dirigenti