Siae: Ornaghi su patrimonio immobiliare commissario riferira’ a Camere

(ASCA) – Roma, 18 gen – ”La gestione Commissariale ha chiesto alle competenti commissioni parlamentari di essere ascoltata per fornire ogni ulteriore approfondimento o dettaglio tecnico” sull’operazione che ha riguardato il patrimonio immobiliare della Siae. Lo ha detto il ministro per i Beni Culturali, Lorenzo Ornaghi, nel corso del question time, interrogato sulla presunta dismissione del patrimonio immobiliare della Societa’ Autori ed Editori. Ornaghi ha assicurato che ”il ministero effettuera’ tutte le forme di vigilanza, che condivide con la presidenza del Consiglio”, ma ha ricordato che ”la Siae e’ una societa’ autonoma, ente pubblico economico a base associativa, che opera secondo le norme del diritto privato, non riceve alcun contributo pubblico e non appartiene al comparto della finanza pubblica: gli atti di gestione sono pertanto nell’esclusiva competenza degli organi sociali”. Sulla questione Ornaghi ha riferito di aver chiesto informazioni alla Siae e di aver saputo trattarsi di un ”processo di razionalizzazione della gestione del fondo pensionin e dell’economia gestionale anche del proprio patrimonio immobiliare”. ”Avviata dalla Siae nel dicembre 2011 e destinata a completarsi’ nei primi mesi di quest’anno”, ha spiegato, ”l’operazione ha comportato la costituzione di due fondi immobiliari, uno costituito esclusivamente con l’apporto di parte del patrimonio immobiliare del fondo pensioni (fondo Aida), l’altro con il conferimento del patrimonio della Siae (fondo Norma). Il fondo pensioni e la Siae detengono tutte le quote dei rispettivi fondi immobiliari: piu’ precisamente, nel fondo Aida conferiscono immobili del fondo pensione per un valore complessivo di 85 mln di euro, nel fondo Norma immobili della Siae per un valore complessivo di 181,5 mln di euro. L’operazione, come conferma ancora la Siae, prevede altresi’ la sottoscrizione, da parte del fondo pensioni, di una polizza assicurativa della compagnia Allianz Ras che garantisca il pagamento delle prestazioni pensionistiche”. Il ministro ha posto l’accento sul fatto che ”la Siae si e’ gia’ dichiarata disponibile a fornire il contributo straordinario necessario a coprire la differenza tra il prezzo delle quote del fondo Aida e il premio unico” e ha riferito: ”La gestione commissariale assicura che l’intera operazione garantira’ maggiore efficienza gestionale poiche’ i canoni di locazione corrisposti per il mantenimento degli immobili strumentali andranno a vantaggio del fondo Norma il quale beneficiera’ dunque dei rendimenti derivanti dalla gestione del fondo medesimo”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

La Regione Lazio presenta le azioni per l’editoria. Zingaretti: obiettivo ridare dignità al settore, sostenendolo

Priorità nel continuare a promuovere la lettura di libri, dice Pietro Grasso al convegno Il libro digitale

Pearson taglia 4 mila posti di lavoro. Annunciato il piano di ristrutturazione da mezzo miliardo di dollari