Comunicazione

19 gennaio 2012 | 10:47

Usa/Manifestazione dei “secchioni” contro le leggi anti pirateria

Dopo il black-out di Wikipedia la protesta prende corpo

New York, 18 gen. (TMNews) – I “secchioni” occupano mid-town Manhattan contro le leggi anti pirateria. Dopo l’oscuramento dell’enciclopedia on-line Wikipedia e di numerosi altri siti, la protesta contro i due disegni di legge in discussione al congresso e al senato degli Stati Uniti per impedire le violazioni del copyright on-line ha preso corpo a New York. Oltre 400 persone si sono presentate tra le 12.30 e le 14 di fronte agli uffici dei senatori Charles Schumer e Kirsten Gillibrand, in mid-town Manhattan, per chiedere di non appoggiare le due leggi.  Quella che si è auto definita la manifestazione più “geek” (secchiona) e razionale della storia di New York è stata organizzata da NY Tech Meet UP, un’organizzazione no profit che unisce oltre 20,000 membri della comunità  tech di New York. Una piccola folla fatta di fondatori e dipendenti di start-up e imprese tecnologiche si è trovata per difendere la libertà  di informazione on-line. “Questa legge è un rischio soprattutto per le piccole start-up che non avrebbero la possibilità  di affrontare eventuali cause e potrebbero essere costrette a chiudere,” ha detto Sebastian Delmont, co -fondatore del sito di real estate StreetEasy. “Potrebbe accadere anche a noi, se per caso qualcuno postasse il link ad una proprietà  di cui non abbiamo licenza”.  Le industrie cinematografica e musicale difendono i disegni di legge perché aiuterebbero a salvaguardare i loro copyright, ma i critici temono che l’indeterminatezza delle regole potrebbe colpire i più piccoli. “Noi non appoggiamo la pirateria, ma pensiamo che questa legge possa aver un forte impatto su tutto il mondo di internet, mettendo a rischio l’intera industria,” ha detto Allison Mizroch, office manager della compagnia on-line Boxee.  Le proteste, virtuali e reali, sembrano aver colto nel segno e nel corso della giornata si è parlato di una concreta possibilità  che i disegni di legge vengano ritirati. Senatori e membri del congresso hanno ritirato il loro supporto.