Editoria

19 gennaio 2012 | 12:00

Costa: Avvenire, contro Schettino accanimento insopportabile

(ASCA) – Roma, 19 gen – Il direttore di Avvenire, Marco Tarquinio, trova ”insopportabile l’accanimento” contro il capitano Francesco Schettino della Costa Concordia. ”Si sta mettendo in scena una sorta di grande processo mediatico al pur ‘censurabile’ e ‘indifendibile”’ capitano, scrive Tarquinio nella sua rubrica del quotidiano della Cei, e anzi ”su qualche prima pagina” si e’ ”gia’ arrivati rabbiosamente alla sentenza: la lapidazione”. ”Ho provato a immaginarmi – prosegue Tarquinio – nei panni di quest’uomo (mi hanno insegnato a sforzarmi di farlo sempre quando scrivo o parlo di qualcuno) e capisco che non riuscirei a darmi pace per la terribile catena di errori commessi e mi rendo conto che tutto cio’ che continua a essere pubblicato (con maggiore o minore misura, spesso con violenza) non farebbe che rendere piu’ assoluta e irrimediabile la mia disperazione”. Il direttore di Avvenire invita a lasciar perdere ”il rito della pece e delle piume, delle sassate e del pubblico ludibrio”. ”Quando ci facciamo folla che inveisce e, magari idealmente e magari no, agita bastoni e titoli di giornale – conclude – non possiamo illuderci di salvarci l’anima imprecando contro il capro espiatorio (anche se il comandante della Costa Concordia non lo e’ per caso)”.