Costa: Avvenire, contro Schettino accanimento insopportabile

(ASCA) – Roma, 19 gen – Il direttore di Avvenire, Marco Tarquinio, trova ”insopportabile l’accanimento” contro il capitano Francesco Schettino della Costa Concordia. ”Si sta mettendo in scena una sorta di grande processo mediatico al pur ‘censurabile’ e ‘indifendibile”’ capitano, scrive Tarquinio nella sua rubrica del quotidiano della Cei, e anzi ”su qualche prima pagina” si e’ ”gia’ arrivati rabbiosamente alla sentenza: la lapidazione”. ”Ho provato a immaginarmi – prosegue Tarquinio – nei panni di quest’uomo (mi hanno insegnato a sforzarmi di farlo sempre quando scrivo o parlo di qualcuno) e capisco che non riuscirei a darmi pace per la terribile catena di errori commessi e mi rendo conto che tutto cio’ che continua a essere pubblicato (con maggiore o minore misura, spesso con violenza) non farebbe che rendere piu’ assoluta e irrimediabile la mia disperazione”. Il direttore di Avvenire invita a lasciar perdere ”il rito della pece e delle piume, delle sassate e del pubblico ludibrio”. ”Quando ci facciamo folla che inveisce e, magari idealmente e magari no, agita bastoni e titoli di giornale – conclude – non possiamo illuderci di salvarci l’anima imprecando contro il capro espiatorio (anche se il comandante della Costa Concordia non lo e’ per caso)”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

La Regione Lazio presenta le azioni per l’editoria. Zingaretti: obiettivo ridare dignità al settore, sostenendolo

Priorità nel continuare a promuovere la lettura di libri, dice Pietro Grasso al convegno Il libro digitale

Pearson taglia 4 mila posti di lavoro. Annunciato il piano di ristrutturazione da mezzo miliardo di dollari