Ungheria/ Bruxelles inquieta per libertà  dei media

A Budapest sulla stampa una “tendenza preoccupante”

Roma, 19 gen. (TMNews) – La tendenza dell’Ungheria in materia di libertà  dei media è “preoccupante” e va al di là  della vicenda del mancato rinnovo dell’assegnazione delle licenze all’emittente radiofonica indipendente Klubradio. L’ha dichiarato oggi Ryan Heath, portavoce della commissaria europea incaricata per le nuove tecnologie Neelie Kroes.  “Noi seguiamo molto da vicino la situazione di Klubradio”, ha detto Heath. E, anche se questa vicenda in sè non indica un’infrazione della legislazione europea, e in particolare della direttiva del 2002 che si occupa dei processi autorizzativi per le reti e i servizi di comunicazione elettronica, “la tendenza è chiaramente preoccupante” e “va al di là  del non rinnovo delle licenze”. Questo, secondo Heath, “ci lascia pensare che potrebbero esserci dei problemi rispetto alla libertà  e al pluralismo dei media in Ungheria”.  Kroes ha già  scritto al governo ugnherese per esprimere la sua “preoccupazione” rispetto alla libertà  e al pluralismo dei media in Ungheria. E rispetto alla vicenda Klubradio ha incoraggiato il governo ad “assegnare delle licenze supplementari”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

La Regione Lazio presenta le azioni per l’editoria. Zingaretti: obiettivo ridare dignità al settore, sostenendolo

Priorità nel continuare a promuovere la lettura di libri, dice Pietro Grasso al convegno Il libro digitale

Pearson taglia 4 mila posti di lavoro. Annunciato il piano di ristrutturazione da mezzo miliardo di dollari