Editoria

23 gennaio 2012 | 10:38

EUTELIA: SLC-CGIL, CESSIONE RAMO AZIENDA RIASSORBA TUTTI

(AGI) – Roma, 20 gen. – La Cgil non condivide il progetto di acquisizione del ramo Telecomunicazioni di Eutelia, presentato oggi dalla cordata “Cloud Italia” che prevede di assorbire solo 230 lavoratori sui 360 complessivi: secondo Riccardo Saccone della Slc-Cgi Nazionale occorre la salvaguardia del perimetro occupazionale e delle prospettive future. “Il progetto di acquisizione del ramo Telecomunicazioni di Eutelia, presentato oggi dalla cordata Cloud Italia – si lege in una nota sindacale – ha confermato l’intenzione degli acquirenti ad assorbire solo 230 lavoratori sui 360 complessivi e, per giunta, ai minimi retributivi previsti dal Contratto Nazionale di lavoro. Il progetto prevede una disponibilita’ di investimenti nel primo anno di circa 10 milioni di euro, con una disponibilita’ complessiva che arriverebbe, in caso di necessita’, sino a 60 milioni nel quadriennio. Un piano che focalizzerebbe l’azienda nei primi due anni sul mercato TLC per poi aprire al Cloud Computing”. “Questo piano – specifica Saccone – finirebbe per scaricare tutto il peso di una situazione pure difficile sui lavoratori, lasciando una parte considerevole dell’attuale perimetro occupazionale in una situazione di assoluta incertezza. Riservandoci di approfondire nel suo complesso il piano presentato-conclude la nota- abbiamo consegnato agli acquirenti, al Ministero dello Sviluppo Economico ed ai Commissari straordinari la nostra posizione che vede nella salvaguardia del perimetro occupazionale e delle prospettive future per i lavoratori, un elemento imprescindibile, disponibili poi a lavorare con serieta’ sull’organizzazione del lavoro e le questioni ad esso collegate.” (AGI)