Internet/ Resta in carcere Kim Dotcom,negata libertà  su cauzione

Giudici neozelandesi: fondatore Megaupload potrebbe tentare fuga

Auckland, 25 gen. (TMNews) – Kim Dotcom resta in carcere. Le autorità  neozelandesi, che avevano arrestato su richiesta dell’Fbi il fondatore del network Megaupload, hanno respinto la richiesta dell’avvocato di Kim Schmitz, alias “Kim Dotcom”. Secondo il giudice David McNaughton esiste infatti il pericolo di fuga. Il creatore di Megaupload, un tedesco di 38 anni divenuto miliardario, era stato arrestato insieme ad altre tre persone del gruppo “Mega Conspiracy” con l’accusa di pirateria informatica e ricettazione. Grazie alle attività  di file-sharing su internet Kim Dotcom sarebbe riuscito a racimolare un gruzzolo da 33 milioni di euro. Il sito Megaupload, tra i più cliccati al mondo, nel frattempo è stato chiuso. Le autorità  aemricane hanno anche arrestato un altro ricercato dell’affaire, Andrus Nomm, 32 anni. (fonte afp)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)

Le dirette video di Facebook disponibili a tutti gli utenti. In Italia le stanno già sperimentando

Per cercare di superare la crisi l’ad di Twitter licenzia quattro dirigenti