Editoria/ La Stampa lancia ” Europa” speciale di 16 pagine

Realizzato in collaborazione con i principali quotidiani europei

Roma, 25 gen. (TMNews) – La stampa sarà  in edicola il 26 gennaio con “Europa”, un inserto estraibile di sedici pagine più quattro di fake cover disegnate da Matteo Pericoli. “Europa” nasce dalla partnership della testata diretta da Mario Calabresi con cinque dei principali quotidiani europei: Le Monde, El Pais, Suddeutsche Zeitung, The Guardian e la polacca Gazeta Wiborcza, che, insieme, hanno voluto interrogarsi e riflettere sullo stato attuale dell’Unione Europea, mai come ora al centro di mille interrogativi circa il proprio presente e, soprattutto, il proprio futuro. Il tema di questo primo speciale, spiega un comunicato del quotidiano torinese, è “Lo stato dell’Unione”, trattato approfonditamente sia nella sua accezione con la U maiuscola, intesa come Unione istituzionale, sia con la minuscola, intesa come unità  tra i popoli europei. Le tematiche sono declinate all’interno di diverse sezioni redatte dai giornalisti di tutte le testate coinvolte nel progetto. A fare da introduzione un’intervista esclusiva con il premier tedesco Angela Merkel, che racconta la sua visione dell’Europa. Il cuore dell’inserto è dedicato a raccontare gli europei, prima ancora che l’Europa attraverso le storie di ventenni che stanno entrando ora nel mondo del lavoro e di ultrasessantenni che ne stanno uscendo raccolte nei sei paesi dei giornali che fanno parte della partnership e accompagnate dai loro volti. In “L’Europa che funziona” si parla di aziende, enti, distretti industriali ( dalla macro regione Piemonte-Rhone Alpes al vivaista pugliese che prospera rifornendo l’Olanda di rose mediterranee) che sono nati o cresciuti grazie all’Europa e morirebbero se si sfaldasse l’euro. In “L’Europa che si muove” viene trattato il fenomeno della nuova immigrazione all’interno dei confini europei, facilitata dalla mancanza di barriere, come quella che vede ultimamente un largo flusso professionale muoversi dalla Spagna alla Germania. Verrà  anche affrontato il tema dell’Euroscetticismo, raccontando e analizzando movimenti e personalità  contrari all’Unione Europea. In “L’Europa dei luoghi comuni” infine giornalisti, scrittori e vignettisti affronteranno sul filo dell’ironia gli stereotipi con cui ciascuna nazione è abituata a vedere le altre. Molti e di altissimo profilo saranno i contributi scritti di intellettuali, come Umberto Eco intervistato da Gianni Riotta, o come il sociologo e politologo inglese Anthony Giddens e di personalità  che hanno fatto la storia dell’Europa come gli ex premier Gordon Brown e Felipe Gonzales. Di particolare interesse il racconto esclusivo dello scrittore greco Petros Markaris che narrerà  la Bruxelles degli Eurocrati vista con gli occhi di chi appartiene al paese che vive oggi le maggiori difficoltà  a tenere il passo con il resto dell’Europa. Sul sito del quotidiano www.lastampa.it, i lettori troveranno, oltre ai contenuti dello speciale ulteriori articoli e approfondimenti non presenti nella versione cartacea e potranno cimentarsi con il test online “Quanto sei Europeo” per valutare il proprio grado di appartenenza.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

La Regione Lazio presenta le azioni per l’editoria. Zingaretti: obiettivo ridare dignità al settore, sostenendolo

Priorità nel continuare a promuovere la lettura di libri, dice Pietro Grasso al convegno Il libro digitale

Pearson taglia 4 mila posti di lavoro. Annunciato il piano di ristrutturazione da mezzo miliardo di dollari