TLC

25 gennaio 2012 | 18:12

Telecom/ Ancora giù in Borsa, timori taglio politica dividendi

Mediobanca abbassa rating su titolo, stima cedola 2011 invariata
Milano, 25 gen. (TMNews) – Telecom Italia ancora in sofferenza a Piazza Affari sui timori di un taglio della politica di dividendi. Timori fondati dopo che ieri sera la società  ha affermato che la priorità  oggi è la riduzione del debito e il mantenimento del rating, visto il mutato scenario economico e alla luce anche del recente declassamento dell’Italia. Una decisione verrà  comunque assunta nel corso del cda per l’approvazione del bilancio del 29 marzo, anche se non è escluso che già  un’indicazione in tal senso potrebbe arrivare col board del 23 febbraio sul preconsuntivo. Il titolo Telecom ha chiuso oggi in ribasso del 2,47% a 0,769 euro, dopo aver ceduto ieri il 3,55%.
Nel 2011 Telecom aveva distribuito 58 centesimi di dividendo per le azioni ordinarie e 69 cents per le risparmio. L’aggiornamento del piano al 2013, presentato lo scorso febbraio, prevedeva un incremento annuo del dividendo del 15%.
Oggi gli analisti di Mediobanca hanno tagliato il giudizio sul titolo a ‘neutral’ da ‘outperform’ e il target price a 1,05 euro da 1,14 euro, a causa, tra le altre cose, del venir meno dell’appeal che rappresentava la politica di crescita dei dividendi. Gli analisti di Piazzetta Cuccia hanno rivisto al ribasso anche le loro previsioni sui dividendi per gli esercizi 2011 e 2012: le cedole rimarrano sostanzialmente invariate rispetto a quelle pagate lo scorso anno, rispetto alle precedenti previsioni di un aumento annuo del 15%.