New media

26 gennaio 2012 | 14:17

EDITORIA: ANGIONI (AMAZON), IN ITALIA ABBIAMO BRUCIATO TAPPE

NON DANNEGGIAMO PICCOLE CASE, PORTIAMO IN LIBRERIA CHI NON LEGGE

(ANSA) – ROMA, 26 GEN – “In questi mesi abbiamo bruciato le tappe. Siamo partiti subito con cinque categorie merceologiche, contro le due del sito francese, e in meno di un anno abbiamo aggiunto anche Kindle e gli e-book”. In un’intervista pubblicata sul numero di ‘Prima Comunicazione’ in edicola da domani, il country manager di Amazon Italia, Martin Angioni parla dei risultati raggiunti e dei progetti per il futuro A poco più di anno dall’arrivo in Italia. A chi sostiene che le grandi piattaforme on line come quella di Amazon danneggiano i piccoli editori e le librerie indipendenti, Angioni risponde così: “Il 90% delle nostre vendite di libri è fatta di titoli di cui vendiamo meno di venti copie. Ciò vuol dire che su Amazon non si acquistano tanto i best seller, quanto piuttosto i titoli che non si trovano altrove”. “In Italia – prosegue – ci sono 5 o 6 milioni di forti lettori, ma la stragrande maggioranza della popolazione non compra libri. Bisognerebbe occuparsi dei 55 milioni di italiani che non leggono e portarli nelle librerie. Amazon ci sta provando. E poi nessuno obbliga i clienti a venire da noi. Non esercitiamo nessuna forma di coercizione. Tutto il nostro business si basa sul passaparola”.(ANSA).