Cinema, Editoria

26 gennaio 2012 | 16:58

AL VIA IL CINEMASTER, STUDIO UNIVERSAL E CORTI D’ARGENTO INSIEME

(AGI) – Roma, 26 gen. – Al via, per la prima volta in collaborazione con i Corti d’Argento dei giornalisti cinematografici, il Cinemaster Studio Universal 2012, il progetto per giovani registi italiani organizzato dalla TV del Cinema da chi fa Cinema (distribuita sul Digitale Terrestre nell’offerta Premium Gallery di Mediaset) che sceglie quest’anno il corto vincitore in una rosa di titoli selezionati dal Sindacato nazionale giornalisti cinematografici italiani (Sngci) sulla base dei requisiti indicati dal regolamento del Canale. Al giovane regista vincitore del Cinemaster andra’, infatti, il prestigioso Master che il concorso offre a Los Angeles presso gli Universal Studios di Hollywood e il primo passaggio televisivo del suo film: i diritti del corto saranno infatti acquistati da Studio Universal per la messa in onda sul Canale. Il “Cinemaster” e’ un progetto che ogni anno il Canale del grande cinema classico americano organizza per giovani registi italiani: un concorso attraverso il quale viene offerto a un esordiente regista un periodo di due settimane di specializzazione presso gli Universal Studios di Hollywood e altre strutture di formazione cinematografica di Los Angeles come la University of Southern California Film School. Nato nel 1999 e’ collocato nell’ambito di “A noi piace corto”, un’ampia iniziativa mirata alla promozione e al sostegno del cortometraggio come forma d’arte cinematografica. Proprio questa la motivazione condivisa dal Sngci, che dal ’46 assegna i Nastri d’Argento (premio d’interesse culturale nazionale con il sostegno del MiBAC-Direzione Generale per il Cinema) e ormai da un decennio valorizza il cinema corto con una specifica rassegna dedicata alla selezione dell’anno. Il vincitore del Cinemaster 2012 sara’ scelto infatti da Studio Universal tra i 25 titoli che il Sngci ha indicato nella prima selezione di quest’anno: una rosa di cortometraggi selezionati tra gli oltre 130 visionati, proposti dai Festival piu’ significativi per il corto, dalla quale sara’ tratta la “short list” di 12 finalisti per la fiction e 3 per l’animazione tra i quali saranno assegnati Nastri e menzioni speciali. Negli anni di presenza sul mercato della TV, il Canale ha acquistato oltre 950 cortometraggi tra italiani e stranieri, prodotto o co-prodotto circa 84 corti – tra gli altri “La penna di Hemingway” con Sergio Rubini e Christiane Filangieri, presentato alla 68esima Mostra Internazionale d’arte cinematografica di Venezia, “Strani accordi” interpretato da Maria Grazia Cucinotta e diretto da Stefano Veneruso, “La stretta di Mano” di Davide Marengo – trasmettendoli in orari ad alta visibilita’ e sostenendo inoltre decine di Festival. Il Cinemaster Studio Universal rappresenta cosi’ per le nuove leve del cinema italiano un’importante occasione di formazione e soprattutto la grande occasione per accedere alle strutture e alle professionalita’ degli Universal Studios. (AGI)