Wind: Uilcom, domani al Mse per dire no a cessione rete

ROMA (MF-DJ)–“Come sindacato siamo preoccupati per il futuro lavorativo di tutti coloro che sono coinvolti nello studio e per la tenuta complessiva della stessa azienda”. Lo afferma il segretario della Uilcom, Salvo Ugliarolo, ribadendo la contrarieta’ dei sindacati al piano di Wind di esternalizzazione della rete.
Domani le segreterie nazionali Uilcom-Uil, Slc-Cgil e Fistel-Cgil sono state convocate dal Ministero dello Sviluppo Economico, dopo la richiesta formulata per sensibilizzare il Governo sulle conseguenze del progetto di Wind di esternalizzare tutta la rete, compreso i suoi 1.600 lavoratori.
“All’incontro, spiega il segretario, la Uilcom ribadira’ la propria contrarieta’ e chiedera’ di avere una risposta chiara e definitiva. Abbiamo invitato l’azienda a ritirare il progetto e ad aprire il tavolo negoziale con il sindacato per ricercare soluzioni alternative. Ugliarolo conclude sostenendo che debba terminare questa fase di stallo. L’azienda deve dire, una volta per tutte cosa intende fare, non si possono tenere appesi i lavoratori”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Il presidente iraniano Rohani: statue coperte? E’ solo un caso giornalistico

Padre Ciro Benedettini lascia la vicedirezione della sala stampa vaticana dopo 22 anni di servizio

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi