Protagonisti del mese, Scelte del mese

27 gennaio 2012 | 9:28

La sfida di BookRepublic

Un piccolo Davide milanese contro il Golia di Seattle. Si chiama BookRepublic e sta sfidando Amazon proprio sul suo terreno: il mercato dei libri digitali. Il progetto è stato lanciato nel luglio 2010,  anticipando di un anno e mezzo l’arrivo in Italia di Kindle e dell’e-book store di Amazon. Quello dei libri digitali era un settore ancora in fasce; gli editori impegnati in questo campo erano poche decine e i titoli disponibili qualche centinaio. Marco Ferrario e Marco Ghezzi, i due fondatori di DigitPub, la società  a cui fa capo BookRepublic, credevano però nelle potenzialità  del mezzo digitale e si sono lanciati nella nuova iniziativa con spirito pionieristico.
Del resto non sono due parvenu: entrambi hanno una lunga esperienza nel mondo dell’editoria. Ferrario ha lavorato 16 anni in Mondadori; è stato responsabile di Mondadori Informatica, amministratore delegato di Sperling & Kupfer e direttore generale di Harlequin. Ghezzi è stato responsabile libri di Tecniche Nuove, amministratore delegato di Apogeo e di Kowalski Editore, e ha fondato due case editrici: Hestia Edizioni e Hops Libri, quest’ultima specializzata nelle tecnologie digitali.Il progetto messo in campo da Ferrario e Ghezzi – con il sostegno di due partner finanziari, la Andena Holding di Gianluca Andena e la Vela Imprese di Guido Carissimo e Marco Pittini – è molto articolato; l’obiettivo infatti è quello di creare una sorta di ecosistema intorno agli e-book per favorire lo sviluppo del business.

L’articolo integrale è sul mensile ‘Prima Comunicazione’ n. 424 – gennaio 2012