Comunicazione

27 gennaio 2012 | 11:34

Editoria: Fnsi, da odg Camera volonta’ chiara su Fondo. Ora i fatti

(ASCA) – Roma, 26 gen – ”Adesso anche la volonta’ politica e’ chiara. I finanziamenti per l’editoria devono essere definiti in misura minimamente soddisfacente al piu’ presto. Gli ordini del giorno votati oggi dalla Camera, perche’ sia stabilita la somma esattamente disponibile per i 2012, recepiti dal Governo, vanno tradotti al piu’ presto in atti di coerenza e giustizia”. E’ quanto si legge in una nota della Federazione Nazionale della Stampa Italiana. ”L’approvazione dello stanziamento di sette milioni di euro per Radio radicale dimostra che dal cosiddetto ‘Fondo Letta” si possono prelevare somme definite per la dotazione di appositi capitoli di spesa su materie come l’editoria. L’indirizzo politico degli ordini del giorno e’ chiaro e non ci sono piu’ punti di ambiguita’ – prosegue la Fnsi in un comunicato -. Naturalmente non si tratta di sprecare risorse pubbliche ma di procedere di pari passo alla massima qualificazione della spesa di settore, con chiaro riferimento al valore del pluralismo dell’informazione e a parametri di calcolo basati sull’occupazione regolare e sul pubblico effettivamente raggiunto dai media finanziabili”. ”Un provvedimento chiaro e indispensabile, dunque, per impedire la sospensione delle pubblicazioni e per consentire a tutti di sapere su quale quadro di riferimento si puo’ fare affidamento per programmare l’attivita’ futura. La Fnsi auspica che gia’ da domani, in occasione della riunione della Commissione consultiva editoria che presiedera’ per la prima volta il neo sottosegretario delegato al settore, il Prof. Paolo Peluffo, dia segnali significativi e inequivocabili. E sempre domani si attende chiarezza anche sullo sblocco di alcune decine di pratiche del 2010 ancora sospese”, conclude la Federazione nazionale della stampa italiana.