CINEMA: THE HELP VINCE TUTTO AI SAG AWARDS

(ANSA) LOS ANGELES, 30 GEN –  È   The Help il film grande vincitore dei SAG AWARDS, i premi, giunti quest’anno alla diciottesima edizione, assegnati dal sindacato degli attori a Hollywood e che anticipano, di poco meno di un mese la cerimonia degli Oscar. Emma Stone, Viola Davis, Octavia Spencer, Bryce Dallas Howard e Jessica Chastain sono tra le attrici che hanno permesso a The Help, diretta da Tate Taylor, di conquistare il riconoscimento come miglior cast, l’equivalente, per i SAG, del miglior film. The Help è tratto dall’omonimo romanzo scritto da Kathryn Stockett ed esplora i temi del razzismo e del perbenismo di facciata delle famiglie del Sud nei primi anni Sessanta. La pellicola ha ottenuto anche i premi alla migliore attrice protagonista, Viola Davis che ha superato la concorrenza di Glenn Close, Meryl Streep, Tilda Swinton e Michelle Williams. Anche Octavia Spencer è stata scelta dal sindacato degli attori come miglior attrice non protagonista per la sua interpretazione in The Help durante la 18esima edizione degli Screen actors guild awards, che si è tenuta ieri sera a Los Angeles. L’attrice interpreta il ruolo di Minny Jackson nella pellicola diretta da Tate Taylor. Sul fronte maschile Jean Dujardin, interprete della star del cinema muto George Valentin, in The Artist ha sbaragliato la concorrenza di Demian Bichir, George Clooney, Leonardo DiCaprio e Brad Pitt vincendo il premio di miglior attore protagonista mentre quello per il migliore non protagonista è andato a Christopher Plummer per la sua interpretazione di un uomo che svela al figlio la sua omosessualità  in Beginners. La sorpresa più eclatante dai SAG arriva con la vittoria di Viola Davis che ha battuto Meryl Streep che veste i panni di Margaret Thatcher in The Iron Lady. La sua interpretazione è data per favorita nella corsa agli Oscar, ma ora questo colpo di scena da parte degli attori, che sono la categoria più numerosa fra i membri dell’Academy of Motion Picture Arts and Science, rimescola le carte.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Venticinque milioni in più per il tax credit per il cinema. Il ministro Franceschini: uno strumento di sostegno che sta conoscendo un successo straordinario

Dalle serie tv, agli spettacoli comici passando per le produzioni made in Italy. Conto alla rovescia per l’arrivo di Netflix nel nostro paese

Dalla revisione di tax credit e quote di partecipazione, al nuovo modello per la negoziazione dei diritti. Governo al lavoro per il rilancio del settore audiovisivo