Comunicazione

30 gennaio 2012 | 11:15

Rai/ Di Pietro: Governo ha dovere di occuparsi di riforma

“Deve tornare a fare servizio pubblico”

Roma, 27 gen. (TMNews) – La Rai deve tornare a svolgere un ruolo di servizio pubblico e il Governo Monti ha “il dovere” di occuparsi della riforma di viale Mazzini. Lo dice il leader di Idv Antonio Di Pietro: “Andava male, va peggio. Eravamo uno dei Paesi con meno libertà  di stampa al mondo, adesso abbiamo perso altre posizioni. Nella classifica annuale di Reporter sans frontier dell’anno scorso l’Italia era al quarantanovesimo posto”. Secondo Di Pietro “in Italia non c’è libertà  di stampa perché un grande editore e padrone di televisioni era fino a ieri il presidente del Consiglio e, ancora oggi, ha in mano la vita o la morte del Governo”. Ma secondo il leader di Idv c’è anche un altro problema: “La stampa da noi s’imbavaglia da sola. L’autocensura, fortissima nei giornali e ancora di più in televisione, esiste per un motivo solo: perché la politica continua a occupare l’informazione, sia direttamente, come in Rai e in Mediaset, sia indirettamente, perché può condizionare le scelte di moltissime redazioni”.  Dunque, “iniziare ad affrontare questa malattia mortale, a cominciare proprio dalla Rai, è dovere di questo governo se intende restare fino alla scadenza della legislatura”. Conclude Di Pietro: “Per questo chiediamo a gran voce che si esca dall`impasse attuale e che vengano modificate le regole in modo che la Rai torni a svolgere il ruolo di servizio pubblico e i giornalisti ritornino ad essere i cani da guardia della democrazia. E` anche così che si difende la libertà  di stampa nel nostro Paese”.