Rai: Gasparri; no al commissariamento, sarebbe illegale

ROMA (MF-DJ)–“Fare un decreto legge del Governo che nomini un commissario che espropri un consiglio sarebbe illegale, e Monti lo sa. Il Governo su queste materie non puo’ fare commissariamenti che sarebbero incostituzionali”.
Lo ha dichiarato il capogruppo del Pdl al Senato, Maurizio Gasparri, alla trasmissione KlausCondicio, il programma Tv condotto da Klaus Davi in onda su You Tube, aggiungendo che “finche’ la Rai e’ pubblica, il Parlamento e’ il luogo di designazione dei suoi amministratori, dei suoi consigli d’amministrazione. Non e’ il Governo”. Gasparri ha sottolineato che “il Governo non puo’ arrogarsi il potere di nomina della gestione del CdA perche’ andrebbe contro le sentenze della Corte Costituzionale. Le opzioni sono due: o si applica la legge vigente, che affida al Parlamento la scelta di sette membri su nove del CdA, oppure si cambia la legge”.
Sulla possibile privatizzazione, il capogruppo del Pdl ha affermato che “la legge Gasparri consente gia’ ora la vendita di rami d’azienda. Se ci fosse la volonta’ politica, si potrebbe domani avviare una procedura che porti alla vendita di questa o di quella rete. Mi vedrebbe ovviamente favorevole. La politica sia a destra che a sinistra, oltre che al centro, deve avere il coraggio di avviare una parziale privatizzazione della Rai cedendone alcune parti”, ha concluso Gasparri.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Il presidente iraniano Rohani: statue coperte? E’ solo un caso giornalistico

Padre Ciro Benedettini lascia la vicedirezione della sala stampa vaticana dopo 22 anni di servizio

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi