Internet/ Google,Yahoo,Microsoft e AOL uniti contro il phishing

Aziende studiano nuove tecnologie per bloccare le email fasulle

New York, 30 gen. (TMNews) – I colossi della rete mettono da parte i rancori e dichiarano insieme guerra al phishing, ovvero le email che ingannano gli utenti convincendoli a fornire informazioni personali sensibili come, per esempio, le coordinate bancarie.
Le società , insieme ad altri partner tra cui Bank of America e PayPal, hanno creato DMARC.org con l’obiettivo di rendere più sicure le caselle di posta elettronica. Nuove tecnologie identificheranno i mittenti in modo di smascherare le email fasulle. PayPal, come spiega il Wall Street Journal, utilizza già  tecniche simili con i servizi di posta elettronica di Google e Yahoo, bloccando oltre 200.000 email al giorno provenienti da chi finge di essere un’azienda o una banca per rubare dati preziosi agli utenti. Ma il pericolo phishing non sarà  ancora scongiurato definitivamente. “Anche se il sistema di autenticazione bloccherà  tutte le email trappola, i truffatori potranno comunque provare a ingannare gli utenti con indirizzi email differenti come, per esempio, paypalpayments.com”, spiega Brett McDowell, manager di PayPal e responsabile di DMARC.org. Se il progetto darà  risultati convincenti sarà  un passo avanti importante per le società , che potranno comunicare più facilmente con i clienti tramite email. “E’ essenziale per banche e grandi aziende avere la massima fiducia dei clienti”, ha confermato Michael Osterman, presidente della società  di ricerca Osterman Research.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

Il 5% dei giovani è dipendente dall’uso dei social network. Secondo una charity britannica le piattaforme più note possono contribuire ad alimentare disturbi mentali (INFOGRAFICHE)

Il 5% dei giovani è dipendente dall’uso dei social network. Secondo una charity britannica le piattaforme più note possono contribuire ad alimentare disturbi mentali (INFOGRAFICHE)

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)