Comunicazione

31 gennaio 2012 | 10:32

Rai: Pardi (Idv), bene giornalisti, torni ad essere servizio pubblico

(ASCA) – Roma, 30 gen – ”La lettera inviata al premier Monti da enti e associazioni del settore giornalistico rappresenta un appello condivisibile. Una riforma della governance Rai deve essere considerata prioritaria se si vuole salvare l’azienda pubblica dallo sfacelo: Trasparenza, autonomia e qualita’ dell’informazione devono essere i capisaldi di un intervento quanto mai opportuno e urgente”. Lo dichiara il senatore Pancho Pardi, Capogruppo IdV in Commissione di Vigilanza, commentando l’appello di Usigrai, Fnsi, Odg, Inpi, Casagit e altre sigle. ”L’Italia dei Valori – aggiunge Pardi – non ha mai partecipato alla spartizione di poltrone in Rai, denunciando con forza le insostenibili ingerenze della politica che hanno causato la sistematica demolizione del principio stesso di pluralismo. Il drammatico stato dell’informazione e’ stato reso ancora piu’ intollerabile dal conflitto di interessi di Berlusconi, i cui effetti sono ancora sotto gli occhi di tutti”. ”La Rai e’ una risorsa culturale fondamentale ed e’ necessario intervenire perche’ torni ad essere un servizio pubblico, libero dai condizionamenti dei poteri forti che hanno deformato l’intero panorama radiotelevisivo. In tal senso – conclude Pardi – e’ necessario superare al piu’ presto la legge Gasparri e ridisegnare il sistema dell’informazione in Italia sulla base dei modelli europei piu’ avanzati”.