RAI: BIANCHI CLERICI, EVASIONE CANONE E’ DEL 30%, SPECIE AL SUD

(AGI) – Roma, 30 gen. – Manca un giorno alla scadenza per il pagamento del canone Rai, 112 euro, prima di incappare nelle sanzioni. Ma quanti non pagano? “L’evasione e’ pari al 30 per cento ed e’ concentrata quasi tutta al Sud. Anche se ci sono alcune zone del Nord dove il numero di chi non paga il canone e’ abbastanza alto, l’evasione arriva sostanzialmente quasi tutta dalle regioni meridionali. In particolare e’ altissima in Calabria e in Campania”. Lo dichiara Giovanna Bianchi Clerici, componente del Cda Rai. “Da quando sono in Rai – spiega la Bianchi Clerici al quotidiano online Affaritaliani.it – l’aumento del canone e’ stato solo pari all’incremento dell’inflazione Istat, tranne un anno. Questa e’ stata la scelta dell’azionista, il ministero dell’Economia, che e’ stata presa da tutti i governi. Il problema e’ che con il rinnovo dei contratti viene chiesto sempre piu’ impegno alla Rai nel servizio pubblico e le risorse non sono sufficienti”. E gli introiti della pubblicita’ “sono calati molto a causa della crisi economica”, e anche se con questi ricavi non si dovrebbero pagare i programmi di servizio pubblico “cio’ avviene proprio perche’ l’evasione del canone e’ troppo alta”, conclude il consigliere Rai in quota Lega. (AGI)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Il presidente iraniano Rohani: statue coperte? E’ solo un caso giornalistico

Padre Ciro Benedettini lascia la vicedirezione della sala stampa vaticana dopo 22 anni di servizio

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi