RAI: Merlo (Pd), ora pausa riflessione per nomine condivise

(ASCA) – Roma, 30 gen – ”Le vicende legate alle nomine del Tg1 e della Tgr non possono e non devono mettere in discussione la credibilita’, l’immagine e il ruolo della Rai nel nostro paese. Sono ormai troppi gli avvoltoi che si aggirano per decretare la fine della Rai e consegnarla, dopo l’auspicato commissariamento, a qualche gruppo finanziario o imprenditoriale. Ecco perche’, a cominciare dalle due prossime imminenti nomine, forse sarebbe opportuna una pausa di riflessione per arrivare ad una decisione il piu’ possibile condivisa, come del resto ha sostenuto anche oggi in Vigilanza lo stesso Direttore Generale Lorenza Lei”. Lo dice Giorgio Merlo, Pd, vicepresidente della Commissione parlamentare di Vigilanza Rai.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Il presidente iraniano Rohani: statue coperte? E’ solo un caso giornalistico

Padre Ciro Benedettini lascia la vicedirezione della sala stampa vaticana dopo 22 anni di servizio

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi