Rai: Morri, meglio pausa di riflessione che nomine di rottura

(ASCA) – Roma, 30 gen – ”Purtroppo le parole del direttore generale Lorenza Lei nell’audizione di oggi in commissione di Vigilanza sono state deludenti. Sembra proprio che il dg faccia fatica a comprendere una verita’ elementare: che su questioni come la direzione del Tg1 e della Tgr, cosi’ come su numerose altre importanti questioni sollevate dai parlamentari, un dg e un cda in scadenza non possono che assumere scelte condivise. E se tale obiettivo non e’ raggiungibile ci si prende una pausa di riflessione. E’ cio’ che ancora mi auguro, sperando che la notte porti consiglio, e che venga risparmiata all’azienda decisioni di rottura che avrebbero inevitabilmente conseguenze serie”. Lo afferma il senatore Fabrizio Morri, capogruppo Pd in commissione di Vigilanza Rai.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Il presidente iraniano Rohani: statue coperte? E’ solo un caso giornalistico

Padre Ciro Benedettini lascia la vicedirezione della sala stampa vaticana dopo 22 anni di servizio

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi