Tav: Fnsi, inaccettabili aggressioni e violenze a giornalisti

(ASCA) – Roma, 29 feb – ”E’ un vero e proprio bollettino di guerra. Varie aggressioni a colleghi, e alle loro troupe televisive, sono avvenute in queste in varie parti d’Italia. E’ assolutamente inaccettabile che in un Paese civile possano avvenire con questa continuita’ episodi di violenza e minacce nei confronti di chi fa informazione”. Cosi’ in una nota la Federazione nazionale della stampa. ”Dalla Val di Susa ad Acireale e’ uno stillicidio di attacchi proditori alla liberta’ dei giornalisti di fare il loro lavoro e di raccontare la realta’ – prosegue il comunicato -. Teppisti che si nascondono dietro la sigla No Tav hanno aggredito e derubati degli strumenti di lavoro i colleghi de Il Corriere Tv, esattamente la stessa cosa e’ avvenuta nella stessa zona alla troupe del Tgcom24 che si stava avvicinando alle barricate erette sull’autostrada. Altra violenza ad Acireale dove giornalista e operatore sono stati minacciati pesantemente da sconosciuti che poi si sono allontanati indisturbati. E’una situazione ormai insostenibile a cui va immediatamente trovata una soluzione; non e’ possibile infatti che il diritto dovere di informare sia alla merce’ di teppisti e malavita organizzata”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

La Regione Lazio presenta le azioni per l’editoria. Zingaretti: obiettivo ridare dignità al settore, sostenendolo

Priorità nel continuare a promuovere la lettura di libri, dice Pietro Grasso al convegno Il libro digitale

Pearson taglia 4 mila posti di lavoro. Annunciato il piano di ristrutturazione da mezzo miliardo di dollari