INTERNET: CONFINDUSTRIA CULTURA, DA AGCOM OK A PIRATERIA?

(ANSA) – ROMA, 29 FEB – “Sembra che l’Italia abbia intenzione di dare definitivo via libera alla contraffazione e alla pirateria digitale”. E’ duro il commento del Presidente di Confindustria Cultura Italia Marco Polillo dopo le indiscrezioni secondo le quali l’Agcom avrebbe abbandonato definitivamente la delibera in materia di pirateria digitale, rinunciando a regolamentare il settore. “Se fosse confermato – ha continuato Polillo – l’Italia, già  sotto osservazione nella comunità  internazionale per gli elevati livelli di pirateria, tornerebbe a collocarsi nella lista nera degli Stati che favoriscono l’aggressione alla proprietà  intellettuale. Sotto la pressione di campagne demagogiche promosse dalla lobby pro-pirateria che purtroppo sembra aver fatto breccia anche tra alcuni parlamentari, l’Agcom si arrenderebbe dopo quasi due anni di lavoro, abbandonando l’intento di individuare procedure efficaci per tutelare l’industria della cultura e della creatività  italiana dagli attacchi dell’industria criminale della contraffazione che spaccia in rete prodotti sottratti illegalmente ai legittimi proprietari”. (ANSA).

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)

Le dirette video di Facebook disponibili a tutti gli utenti. In Italia le stanno già sperimentando

Per cercare di superare la crisi l’ad di Twitter licenzia quattro dirigenti