Giochi: mons. D’Ercole, non proibire pubblicita’ ma scoraggiarla

(ASCA) – Citta’ del Vaticano, 2 mar – Continua a far discutere la proposta del ministro Riccardi di vietare la pubblicita’ dei giochi d’azzardo. Per monsignor Giovanni D’Ercole, segretario della Commissione episcopale per le comunicazioni sociali, intervistato da Radio Vaticana, ”sicuramente non e’ una pubblicita’ da incoraggiare”. Quanto a un divieto, ”non saprei se spingermi fino a questo, perche’ in un mercato libero l’idea che si proibisca qualcosa qualche volta favorisce ancora di piu’. Certamente – dice il vescovo ausiliare dell’Aquila -, pero’, se dobbiamo dare una valutazione dal punto di vista etico, il pensiero del ministro, soprattutto perche’ si esprime come persona a servizio della societa’, mi pare una preoccupazione giusta”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Il presidente iraniano Rohani: statue coperte? E’ solo un caso giornalistico

Padre Ciro Benedettini lascia la vicedirezione della sala stampa vaticana dopo 22 anni di servizio

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi