Tv/ Tg troppo depressivi, gli spettatori preferiscono gli spot

Lo rivela una ricerca scientifica. Anche i reality generano ansia
Milano, 3 mar. (TMNews) – I telegiornali creano depressione e gli spot televisivi sono un ottimo rimedio. Almeno secondo l’agenzia Polo Psicodinamiche di Prato. Un’indagine condotta dal centro ricerca, infatti, rivela che i Tg con le loro notizie negative sono la principale causa di stress tra i telespettatori per il 31% degli intervistati. Il secondo posto in questa speciale classifica è occupato dai reality show come il “Grande Fratello” e “L’Isola dei famosi” con i loro eccessi di violenza, fisica e verbale. Seguono le risse nei contenitori sportivi (11%) e le fiction (5%).
A fare da contraltare a questa “depressione televisiva” ci sarebbero addirittura gli spot pubblicitari. A rallegrare gli intervistati sarebbero soprattutto i protagonisti comici con le loro battute (29%), la musica di sottofondo rilassante (22%), la comunicazione di messaggi ottimistici (16%), l’utilizzo di immagini rassicuranti (14%) e un claim particolarmente accattivante e facile da ricordare e ripetere (12%). La top five delle pubblicità  giudicate più rassicuranti vede al primo posto gli sketch di Luca e Paolo per la Fiat, davanti a “Lasciatemi sognare” del SuperEnalotto, agli spot storici della Tim, a quello del “Conto Arancio” di Ing Direct e, infine, alla reclame del profumo “The One” di Dolce e Gabbana con Scarlett Johansonn come protagonista.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi