DONNE: FORNERO, CONTRO LE VIOLENZE BASTA SIGNORINE-OGGETTO IN TV

(AGI) – Roma, 6 mar. – “Bene la legge sullo stalking ma quello che occorre veramente e’ la valorizzazione dei servizi sociali e una nuova politica di educazione culturale, distante dal modello della donna oggetto proposto dalla televisione, che inizi dalla scuola primaria. E ancora: si deve intervenire anche nel mercato del lavoro”. E’ quanto afferma il ministro del Lavoro, con delega alle Pari Opportunita’, Elsa Fornero, in un intervista a ‘la Stampa’. Per prima cosa, secondo il ministro, “occorre potenziare i centri antiviolenza e quelli di ascolto. Perche’ le donne hanno bisogno di essere ascoltate, di essere aiutate a trovare la forza dentro di se’, piuttosto che andare a riempire i moduli in una caserma dei carabinieri o in un commissariato di polizia. Le denunce servono, sia chiaro, ma ancora piu’ utili sono i servizi”, per i quali “occorrono risorse che pero’ s sono prosciugate”. Per questo serve sfruttare “meglio le risorse” e usare le “sinergie giuste” senza limitarsi ai convegni. E, riferendosi al movimento ‘Se non ora quando’, argomenta: “Le manifestazioni smuovono le coscienze e l’opinione pubblica, ma cio’ che conta sono i passi concreti”. (AGI)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Il presidente iraniano Rohani: statue coperte? E’ solo un caso giornalistico

Padre Ciro Benedettini lascia la vicedirezione della sala stampa vaticana dopo 22 anni di servizio

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi