Editoria, New media

07 marzo 2012 | 11:03

INTERNET: DECAPITATI VERTICI HACKER LULZSEC, TRADITI DA CAPO

(ANSA) – LONDRA, 6 MAR – Sgominati i vertici del gruppo di ‘hacktivisti’ Lulzsec: le polizie americana ed europee hanno messo sotto chiave cinque militanti del gruppo, che sarebbe stato tradito da uno dei capi, diventato poi informatore delle forze dell’ordine. Gli arresti effettuati negli Usa a Chicago, in Gran Bretagna e in Irlanda sono stati possibili grazie all’aiuto fornito all’Fbi da Hector Xavier Monsegur, il vero nome del leader di Lulzsec a cui fanno capo capo migliaia di cyberpirati in tutto il mondo. Dopo essere stato scoperto dall’Fbi l’estate scorsa, ‘Sabu’ ha deciso di collaborare, ha riportato oltre Atlantico la Fox. Grazie alle sue informazioni sono stati eseguiti gli arresti di questa mattina. In manette sono finiti i londinesi Ryan Ackroyd (Kayla) e Jake Davis (Topiary), gli irlandesi Darren Martyn (Pwnsauce) e Donncha O’Cearrbhail (Palladium), e Jeremy Hammond (Anarchaos) di Chicago. Gli arresti suggeriscono tensioni nei ranghi degli hacktivisti che negli ultimi due anni hanno lanciato attacchi contro corporation come la Sony e Paypal, agenzie di governi come l’Fbi e la Cia e, più di recente, contro la società  di analisi geopolitica Stratfor. ‘Sabu’ guidava i ‘corsari’ da un caseggiato popolare del Lower East Side secondo documenti depositati in tribunale a New York. Il suo ultimo tweet, scritto in tedesco, proclamava: “La rivoluzione dice sono, ero, sarò”. (ANSA).