Rai/ Verro: Bersani rinunci alla riforma, basta un altro Cda

Su nomi come Cappon e Leone si può trovare una sintesi
Roma, 9 mar. (TMNews) – “Se Bersani insiste sulla linea di non voler partecipare al rinnovo del Cda vedo solo una nostra proroga secondo le regole del codice civile. Il centrodestra non vuole la modifica della Gasparri, il centrosinistra sì. Così non si va da nessuna parte. Un danno per la Rai”. Così il consigliere Rai del Pdl, Antonio Verro, in un’intervista al Corriere della sera.
“Io concordo sul fatto che si debba trovare un equilibrio più snello tra poteri del Cda, presidente e direttore generale – ha aggiunto Verro -. Ma imbarcarsi ora in una modifica dei criteri di nomina della Gasparri significa darsi dei tempi lunghissimi. E poi vogliamo dirlo? I problemi della Rai non si risolvono sforbiciando da nove a cinque i consiglieri. Ci ricordiamo i professori?”.
Il consigliere difende poi lo stato di salute dell’azienda e suggerisce di “procedere al rinnovo dei vertici per dare una prospettiva alla Rai” perchè “una proroga bloccherebbe tutto”.
Verro non esclude che i nomi circolati per il Cda, Claudio Cappon, Giancarlo Leone possano essere quelli giusti per “trovare una sintesi nell’interesse di tutti, cioè del paese”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Il presidente iraniano Rohani: statue coperte? E’ solo un caso giornalistico

Padre Ciro Benedettini lascia la vicedirezione della sala stampa vaticana dopo 22 anni di servizio

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi