Televisione

09 marzo 2012 | 15:05

SKY: ZAPPIA, NON CI SONO AMBIGUITA’ IN MINISERIE ‘FACCIA D’ANGELO’

(AGI) – Roma, 9 mar. – “Non ci sono ambiguita’” nella mini-serie tv “Faccia d’angelo”, ovvero la storia di Felice Maniero e della mala del Brenta che imperverso’ nel nord-est negli anni Ottanta. Lo ha detto Andrea Zappia, CEO di Sky Italia, ieri sera all’anteprima alla Casa del Cinema della fiction che ripercorre la storia del “Toso’, affidata alla grande interpretazione di Elio Germano, e in onda lunedi’ 12 e lunedi’ 19 in prima serata alle 21.10 su Sky Cinema 1 HD. Zappia ha cosi’ spento sul nascere le polemiche che erano subito venute dopo la presentazione della mini serie alla stampa – il giorno prima -. Lo stesso ‘Felicetto’ Maniero, dal suo rifugio segreto (e’ nel programma protezione del Viminale per le rivelazioni fatte e per il contributo dato alle forze dell’ordine e alla giustizia per sgominare la banda, ndr), aveva fatto sapere di non condividere il taglio che era stato dato alla ricostruzione. Zappia, nel ricordare che il film “ha subito generato dibattito” ha tenuto a sottolineare che “la serie racconta pero’ con grande lucidita’ il dramma di un uomo che ha vissuto una disperata corsa per il denaro e il potere: distruggendo, facendo morti, creando disperazione. Non ci sono ambiguita’. La storia mostra subito quale sia la fine che attende chi sceglie questa strada”. Il CEO di Sky Italia ha avuto parole di grande elogio per Elio Germano, definendolo “uno dei migliori attori della sua generazione”. Germano, una barba a incorniciargli il viso e a togliergli quindi l’aspetto di ‘faccia d’angelo’, era in sala con Linda Messerkinger, che interpreta Morena, l’attraente fidanzata del bandito, e Katia Ricciarelli, nel ruolo della madre di ‘Faccia d’angelo’. Zappia si e’ detto certo che la mini serie “possa rinnovare i successi di Sky in questo genere”, su tutti ‘Romanzo criminale 2′, diventata serie cult e distribuita in ben 60 Paesi. (AGI)