MURDOCH:GB,SCRICCHIOLA IMPERO TV, BSKYB RISCHIA LICENZA

GARANTE COMUNICAZIONI ESAMINA PARTECIPAZIONE NEWS CORP

(di Carolina Stupino) (ANSA) – LONDRA, 9 MAR – Il garante britannico per le comunicazioni Ofcom sta esaminando se la licenza dell’emittente BSkyB è “idonea e opportuna” alla luce dello scandalo delle intercettazioni che ha travolto nel 2011 l’impero Murdoch, la cui News Corp possiede il 39,1% delle azioni del servizio satellitare, rivela il Financial Times basandosi su documenti ottenuti grazie alla legge sulla libertà  d’informazione. In seguito ad alcune indagini preliminari lo scorso anno, Ofcom a gennaio ha messo in piedi una squadra incaricata di analizzare il materiale di Scotland Yard e dell’inchiesta Leveson sulle intercettazioni. La squadra, chiamata Project Apple, deciderà  se BSkyB debba perdere la licenza e quale debba essere la posizione sia di News Corp che di James Murdoch, rimasto presidente dell’emittente sebbene si sia dimesso da News International, la società  proprietaria del ramo britannico della carta stampata. Per mantenere la licenza, BSkyB rischia di dover licenziare il suo presidente e News Corp di essere obbligato a cedere parte delle sue azioni. Il lavoro della squadra di Project Apple è stato discusso in due incontri di Ofcom, uno a fine gennaio e uno a fine febbraio. La decisione di intensificare le indagini è stata presa a inizio anno dopo un incontro tra il garante, alcuni esponenti politici e la polizia. Già  nel luglio scorso, in seguito a quanto emerso nello scandalo, Ofcom si era impegnato a monitorare “l’idoneità ” di BSkyB a mantenere la sua licenza. Allora il garante aveva detto chiaramente di non aver bisogno di attendere la fine delle indagini sulle intercettazioni per arrivare alla sua conclusione sulla licenza di BSkyB. Tuttavia, non sembra che una decisione verrà  presa fino a quando l’inchiesta Leveson e le indagini della polizia si saranno portate più avanti. Ofcom ha dichiarato: “Nuove prove continuano ad emergere dalle indagini sulle intercettazioni e la sospetta corruzione. Ofcom continua ad esaminare le prove che possono servire a portare avanti il proprio compito”. Lord Oakeshott, membro liberaldemocratico della Camera dei Lord, ha detto che “é venuto decisamente il momento” che Ofcom si pronunci sulla licenza di BSkyB. Interpellata dal Financial Times, BSkyB si è rifiutata di fare commenti.(ANSA).

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi