Editoria

09 marzo 2012 | 17:29

GIORNALISTI: CRONISTI,PREMIO A COLLEGHI UNGHERESI LICENZIATI

RICONOSCIMENTO ANCHE A ‘AVVENIRE’ DOPO ATTACCHI DA CELENTANO

(ANSA) – VIAREGGIO, 9 MAR – Sono Balazs Nagy-Navarro e Aranka Szà vuly, giornalisti licenziati dalla televisione pubblica ungherese, e fondatori del movimento per la correttezza dell’informazione, i vincitori dell’International Award reporter of the year 2012, la sezione internazionale creata da quando il “Premio Cronista – Piero Passetti”, organizzato dall’Unione nazionale cronisti italiani, viene consegnato a Viareggio. Il Premio Città  di Viareggio – creato per sottolineare il legame dell’evento con il territorio – viene attribuito a Gero Tedesco, cronista siciliano impegnato nella denuncia dei crimini di mafia. Il Premio Provincia di Lucca viene attribuito all’Avvenire, il quotidiano di ispirazione cattolica che, insieme a Famiglia Cristiana, è attaccato da Adriano Celentano al Festival di Sanremo: a ritirare il Premio sarà  il direttore del quotidiano Marco Tarquinio. I riconoscimenti saranno consegnati sabato 17 marzo al Palace hotel, in occasione del “Premio Cronista – Piero Passetti”, vinto quest’anno da Antonio Sanfrancesco, di Famigliacristiana.it, e Salvo Palazzolo, di Repubblica. Balà zs Nagy-Navarro, dirigente del sindacato dei giornalisti radiotelevisivi, e la collega Aranka Szà vuly, a fine dicembre sono stati licenziati dalla televisione pubblica ungherese (Mtv: Magyar Televiziò) un paio di settimane dopo aver iniziato lo sciopero della fame in segno di protesta contro la manipolazione dell’informazione in Ungheria. Il 31 dicembre Nagy-Navarro ha fondato, in piazza, il movimento Mani pulite per la lotta in difesa della libertà  di espressione, contro l’ingerenza del potere politico sull’informazione e la lotta alla corruzione delle istituzioni pubbliche. (ANSA).