Rai: Ferrante-Della Seta, no reintegro Minzolini e’ un bene per azienda

(ASCA) – Roma, 12 mar – ”E’ un bene che Minzolini, che ha portato gli ascolti del Tg1 al minimo storico e ha fatto perdere credibilita’ alla principale testata del servizio pubblico, non venga reintegrato alla direzione”. Cosi’ i senatori Pd Roberto Della Seta e Francesco Ferrante. Tutto questo – aggiungono commentando il rigetto, da parte del giudice del lavoro di Roma, del ricorso per il reintegro presentato da Minzolini -, nonostante ”i cittadini, tramite il canone Rai, debbano ugualmente continuare a pagare all’ex direttore uno stipendio di 550mila euro all’anno”. ”Ora – continuano i senatori del Pd – ci auguriamo che, archiviata l’esperienza Minzolini e le vicissitudini di un cda Rai dove un solo consigliere, Rizzo Nervo, si e’ dimesso denunciando una gestione aziendale condizionata da logiche di parte, venga al piu’ presto messa sul tavolo del governo l’esigenza di una nuova governance per la Rai che garantisca un servizio pubblico piu’ indipendente e autorevole”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Il presidente iraniano Rohani: statue coperte? E’ solo un caso giornalistico

Padre Ciro Benedettini lascia la vicedirezione della sala stampa vaticana dopo 22 anni di servizio

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi