INTERCETTAZIONI: SCHIFANI, VANNO REGOLAMENTATE AL PIU’ PRESTO

(AGI) – Roma, 13 mar. – “Il rapporto stampa-intercettazioni va regolamentato al piu’ presto”. Lo ha detto il presidente del Senato, Renato Schifani, intervenendo alla presentazione del volume ‘Sette anni di protezione dati in Italia. Un bilancio e uno sguardo al futuro’ al palazzo della Minerva. “Credo sia ormai – ha sottolineato – il tempo delle decisioni”. “E’ il Parlamento – ha proseguito – che deve definire il punto di bilanciamento tra valori costituzionali egualmente meritevoli di tutela e individuare il giusto equilibrio. Quel equilibrio che ancora oggi non troviamo nella diffusione di intercettazioni ambientali o telefoniche che sistematicamente violano la sfera privata e direi intima dell’individuo”. Schifani ha sostenuto che “non deve essere piu’ consentito di indugiare, come spesso avviene, su episodi che non solo non riguardano soggetti indagati o imputati ma che non sono funzionali alle notizie che meritano di essere diffuse. Sono particolari – ha aggiunto il presidente del Senato – che possono distruggere la vita della persona senza alcun fine se non quello di soddisfare la curiosita’ morbosa del lettore”. “Occorre contemperare – ha proseguito – due valori di rango costituzionale: quello della persona e il doveroso esercizio del diritto di cronaca. Una informazione responsabile deve mettere al primo posto il rispetto delle persone, in particolare della loro dignita’ e autonomia, e deve saper costruire un nuovo rapporto di fiducia e di credibilita’ con l’opinione pubblica”. “Il processo mediatico – ha osservato Schifani – che si celebra prima ancora di quello giudiziario, rischia infatti di consegnare all’opinione pubblica colpevoli che poi i fatti dimostrano non essere tali. E danneggia oltre misura l’individuo, la sua immagine, la sua dignita’. Dobbiamo tutti fermarci a riflettere – ha concluso – sul significato di una deriva cosi’ poco consona ad un Paese civile”. (AGI)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Il presidente iraniano Rohani: statue coperte? E’ solo un caso giornalistico

Padre Ciro Benedettini lascia la vicedirezione della sala stampa vaticana dopo 22 anni di servizio

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi