New media

13 marzo 2012 | 15:05

Scienza/ Microsoft prepara il traduttore vocale istantaneo

Interprete automatico in ventisei lingue differenti
Roma, 13 mar. (TMNews) – Microsoft sta mettendo a punto l’interprete automatico: una tecnologia che permetterà  la traduzione vocale istantanea da e in ventisei lingue differenti. Gli studi vengono compiuti presso Research Asia, uno dei più grandi laboratori dell’azienda di Redmond. Frank Soong, capo del progetto nel reparto di Pechino, ha spiegato che l’idea è nata per permettere a Craig Mundie, direttore generale di Microsoft Research Asia, di esprimersi in cinese mandarino. Il risultato degli esperimenti è stato pubblicato su “Technology Review” ed è incoraggiante, come si può verificare nel sito web della rivista, dove sono presenti esempi di traduzioni vocali in inglese, spagnolo, italiano e mandarino. A parte qualche incertezza di pronunzia, il risultato è perfettamente comprensibile. Siamo comunque ancora ai primi passi. Attualmente, la tecnologia ha bisogno di un’ora per formare un modello in grado di “leggere” qualsiasi cosa venga espressa da una persona. Il modello viene poi convertito in modo che possa essere confrontato con quello installato nel dispositivo nella lingua indicata. L’obiettivo, spiegano i ricercatori di Microsoft, non è solo quello di tradurre letteralmente quanto detto da un individuo, ma replicarne anche intonazione, accenti e persino eventuali pause o indecisioni. La tecnologia, oltre che nelle ovvie utilizzazioni inter-personali, in futuro potrà  avere infinite applicazioni: da una semplice utilità  turistica a sistema che può supportare gli studenti all’apprendimento di nuove lingue oltre a facilitare le comunicazioni tra aziende e manager. Possibile anche una evoluzione del sistema che, tramite la fotocamera di uno smartphone, possa fornire una traduzione immediata di testi scritti, non solo titoli di giornali, ma anche per esempio insegne o cartelli stradali.