Televisione

14 marzo 2012 | 10:53

RAI: USIGRAI, NO A PROROGHE VERTICE, SERVE NUOVA GOVERNANCE

IL 27 MARZO MANIFESTAZIONE A ROMA CON FNSI E STAMPA ROMANA

(ANSA) – ROMA, 14 MAR – “Il 28 marzo scade il mandato del consiglio di amministrazione della Rai. Ad oggi governo e Parlamento sono bloccati da veti incrociati. Noi ribadiamo che non accettiamo proroghe dell’attuale vertice, né ipotesi di commissariamento”. E’ la posizione dell’esecutivo nazionale Usigrai, che annuncia una manifestazione per il 27 marzo, d’intesa con la Fnsi e l’Associazione stampa romana per chiedere “una soluzione di altro profilo” che rilanci l’azienda. “Le istituzioni – afferma in una nota l’esecutivo del sindacato dei giornalisti Rai – devono finalmente dare una nuova governance al servizio pubblico in grado di garantire reale autonomia e indipendenza da governi e partiti. Per queste ragioni, nello spirito di Riprendiamoci la Rai (la mobilitazione che ha già  toccato 13 città  italiane), l’Usigrai – insieme alla Fnsi e all’Associazione Stampa Romana – organizza martedì 27 marzo alle ore 10 al Teatro Capranichetta di Roma (p.zza Montecitorio) una manifestazione aperta a cittadini, associazioni, movimenti e partiti, per chiedere una soluzione di alto profilo per il rilancio della Rai. Anche questa deve essere una priorità  del Paese: le condizioni in cui versa l’Azienda non consentono alcun ritardo”. “Il governo Monti – è l’auspicio dell’esecutivo Usigrai – ascolti l’Europa non solo sulla crisi economica, ma anche sui temi della libertà  di informazione e dell’indipendenza del Servizio pubblico: la recente Raccomandazione del Consiglio d’Europa traccia una linea per la Riforma. Anche a livello locale, il Consiglio regionale del Veneto ha approvato all’unanimità  una mozione che chiede al Parlamento una nuova legge sulla governance fondata su efficienza, merito e pluralismo. La mobilitazione proseguirà  poi con l’assemblea dei comitati di redazione della Rai fissata per il 3 aprile”. (ANSA).