Smartphone/ Ingenico si allea con Tlc Usa su sistemi pagamenti

Annuncia partecipazione a piattaforma Isis
Roma, 15 mar. (TMNews) – Il gruppo specializato sui sistemi di pagamento elettronici Ingenico ha annunciato la propria partecipazione strategica a Isisi, la joint venture americana sui pagamenti tramite smartphone nata dalla collaborazione dei maggiori operatori di telecomunicazione locali, tra cui AT&T, T-Mobile e Verizon Wireless. Punta allo sviluppo di una piattaforma comune per i pagamenti elettronici in mobilità  (m-payments) e la decisione di Ingenico di partecipare al consorzio è in linea con le scelte strategiche del Gruppo, recita un comunicato, mirate a sviluppare soluzioni che favoriscano l’evoluzione dei pagamenti elettronici in un’ottica di mobilità , semplicità , immediatezza ed integrazione con dispositivi cellulari. Questo accordo prevede la possibilità  di installare l’applicazione di m-commerce Isis su tutti i terminali Ingenico della nuova generazione “Telium2”, in modo da renderli adatti ad eseguire pagamenti elettronici e altri servizi a valore aggiunto – ad esempio gestione di carte loyalty e di coupon – attivati dal cliente semplicemente accostando il proprio smartphone al terminale. La tecnologia di comunicazione adottata è la Nfc (Near Field Communication). La diffusione di telefoni cellulari avanzati, o smartphone, e il loro utilizzo negli Stati Uniti, così come in tutto il mondo, è in crescita esponenziale. Secondo una ricerca di ComScore, circa il 42 per cento degli utenti americani possiede uno smartphone (il 44% in Italia) e metà  di essi lo impiega regolarmente per navigazione internet o per effettuare operazioni di m-commerce. I pagamenti in mobilità  eseguiti attraverso il telefono cellulare negli USA già  oggi superano i 16 Miliardi di Dollari (in Italia sono 330 Milioni di Euro – dati School of Management del Politecnico di Milano) e nel 2015 supereranno i 200 Miliardi, dimostrando che questo dispositivo sta diventando sempre più essenziale negli atti quotidiani. Ingenico ha previsto anche la realizzazione di soluzioni che consentono agli esercenti di trasformare i propri smartphone in terminali di accettazione delle carte di credito dei clienti, evitando loro di dotarsi di POS mobili dedicati. Alcuni rivenditori stanno già  utilizzando con successo il terminale iSMP – prosegue il comunicato – un dispositivo che ingloba un iPhone o un iPod touch ai quali eroga servizi di gestione delle carte dei clienti e di protezione delle transazioni di pagamento; altri esercenti che operano in mobilità , proprio negli stati Uniti, vengono dotati dei lettori di RoamData, società  del Gruppo Ingenico specializzata in soluzioni di m-commerce basate sull’adozione di micro lettori di carte collegabili ad ogni tipologia di telefono cellulare. “La mobilità  delle persone e le tecnologie per i pagamenti mobili stanno diventando un elemento fondamentale per l’arricchimento dei servizi offerti dai retailer”, ha commentato Luciano Cavazzana, managing director di Ingenico per Italia e Europa centrale. “Utenti e esercenti vogliono poter utilizzare all’interno del negozio i loro smartphone, per tutte le operazioni che li vedono coinvolti”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Mai parlato con Niel della partecipazione di Iliad in Telecom, dice De Puyfontaine. E su Mediaset: per ora nessuna collaborazione, ma in futuro…

Vivendi acquista un ulteriore 0,86% di azioni Telecom. Jp Morgan limita la sua partecipazione al 9,9%

Tiscali: dimissioni per il Cda e il collegio sindacale al termine del processo di fusione con Aria. Convocata per il 16 febbraio l’assemblea dei soci