WIKILEAKS: ACCUSA A BRADLEY MANNING, HA AIUTATO AL QAIDA

(ANSA) – NEW YORK, 15 MAR – Si fa sempre più grave la posizione del soldato Badley Manning, presunta “talpa” di Wikileaks: con il suo operato, cioé trafugando centinaia di migliaia di documenti “classificati”, ha aiutato al Qaida, il nemico numero uno degli Stati Uniti. Questo il nuovo passo in avanti dell’accusa, che fino ad ora aveva formulato contro Manning 22 capi d’imputazione, tra cui quella generica di collusione con il nemico, che oggi ha appunto identificato in al Qaida nella penisola araba (Aqap), nel corso di un’udienza davanti ad un tribunale militare a Fort Meade, nei pressi di Baltimore. L’udienza si dovrebbe concludere in un paio di giorni e ne dovrebbe venir fuori la data di inizio del processo davanti ad una corte marziale. (ANSA).

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)

Le dirette video di Facebook disponibili a tutti gli utenti. In Italia le stanno già sperimentando

Per cercare di superare la crisi l’ad di Twitter licenzia quattro dirigenti