Comunicazione

19 marzo 2012 | 9:49

Rai: Mentana; azienda vada ad un dg interno (Rep)

ROMA (MF-DJ)–”Un commissario esterno farebbe la fine dei professori: parentesi tecnocratica in un corpo allenato al rigetto. Ci vuole un uomo nato a Viale Mazzini che faccia il direttore generale e renda normale un’azienda abnorme nelle dimensioni, irriconoscibile nelle capacita’ di governo, pletorica nella struttura di comando”.
E’ quanto dichiarato in un’intervista alla repubblica dal direttore del Tg di La7, Enrico Mentana, che, in merito alla governance della rai, non crede ad un Mose’ che conduca l’azienda fuori dall’Egitto.
“L’eta’ del berlusconismo – prosegue – ha impedito di fare scelte sagge: normalizzarla allora voleva dire unicamente renderla serva di Mediaset. Ma oggi quel verbo, che non dobbiamo avere timore a promuovere nella sua identita’ letterale, induce solo a riflettere sull’esigenza prima: tenere i conti in pareggio, non affondare nei debiti, non morire”.
“Napolitano e Monti – sottolinea Mentana – hanno il potere, e forse lo eserciteranno, di chiedere ai partiti di non dominare nei rappresentanti di lista nei consigli di amministrazione. Forse avremo un dg che comandera’ sul serio, come e’ normale”, conclude Mentana.