RAI: BOCCHINO, FUORI I PARTITI E NOMINARE AMMINISTRATORE DELEGATO

(AGI) – Roma, 19 mar. – “Il governo sulla Rai non deve farsi intimorire dal Pdl, a cui interessa conservare l’esistente sia perche’ occupato con i suoi uomini di riferimento sia perche’ il settore dell’ emittenza e’ particolarmente caro al partito di Berlusconi”. Lo dichiara il vicepresidente di Fli, Italo Bocchino, che aggiunge: “Il servizio pubblico radiotelevisivo necessita di una svolta con la nomina di un amministratore delegato e la fuoriuscita dei partiti da viale Mazzini, a cui resterebbero comunque poteri di controllo attraverso la Commissione parlamentare di vigilanza”. Bocchino spiega, poi, che “il governo Monti e’ nato per innovare e per raddrizzare storture evidenti a tutti. E’ per questo che ci aspettiamo un intervento risoluto, senza il veto da parte di chi sostiene il governo con troppi se e troppi ma”. (AGI)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Il presidente iraniano Rohani: statue coperte? E’ solo un caso giornalistico

Padre Ciro Benedettini lascia la vicedirezione della sala stampa vaticana dopo 22 anni di servizio

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi