Dl semplificazioni/ Pdl: No modifiche su norma Telecom

Bornacin:Governo salvaguardi disposizione che liberalizza servizi
Roma, 20 mar. (TMNews) – Dal Pdl del Senato arriva uno stop alle richieste di modifica della cosiddetta norma Telecom, contenuta nel decreto semplificazioni, che obbliga a disaggregare i costi per l’affitto all’ingrosso della rete fissa dal costo del servizio di attivazione della linea stessa e dal servizio di manutenzione. Giorgio Bornacin e Dorina Bianchi chiedono al governo di salvare “l’integrità ” di una norma che punta a liberalizzare il settore.
“Il governo deve salvaguardare l’integrità  della norma che liberalizza la vendita dei servizi ausiliari per l’accesso all’ingrosso alla rete telefonica fissa. La disposizione, sostenuta da tutte le forze politiche in Parlamento e approvata all’unanimità  alla Camera nel dl Semplificazioni, non va modificata per non snaturarne il contenuto o l’applicabilità “, ha sottolineato Bornacin, il quale dice ‘no’ a “renderla inefficace, eventualmente demandandone la definizione e l’attuazione all’Autorità  di settore, con la conseguenza che ‘a farne le spese sarà  la liberalizzazione della rete, rinviata a data da destinarsi'”.
“La norma che liberalizza i servizi ausiliari per l`accesso alla rete fissa di Telecom Italia fornirà  una nuova spinta alla crescita e alla concorrenza nel mercato delle telecomunicazioni con vantaggi in termini occupazionali, di trasparenza per la Pubblica Amministrazione, per i cittadini e per le imprese terze, già  autorizzate, che invece di avere un solo compratore potranno lavorare per tutti”, ha affermato Bianchi in una nota.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Il presidente iraniano Rohani: statue coperte? E’ solo un caso giornalistico

Padre Ciro Benedettini lascia la vicedirezione della sala stampa vaticana dopo 22 anni di servizio

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi