TV:CARTOONS ON THE BAY,NEL SEGNO DI PINOCCHIO E BIANCANEVE

A RAPALLO DAL 22 AL 25 MARZO, INDIA PAESE OSPITE

(Di Nicoletta Tamberlich) (ANSA) – ROMA, 20 MAR – La prima nazionale dell’ultima versione di ‘Biancaneve’, che porta la firma del regista indiano Tarsem Singh e ha nel cast la diva Julia Roberts; l’anteprima mondiale di ‘Pinocchio’ di Enzo D’Alò, oltre 550 opere in rappresentanza di 40 paesi; tanti ospiti fra cui, nella giornata dedicata allo sport, scherma in gran spolvero con il campione del Mondo 2011 nella spada maschile, Paolo Pizzo, oltre al campione europeo 2011 di fioretto maschile, Giorgio Avola e il vice campione del Mondo 2011 di fioretto maschile, Valerio Aspromonte ed altri grandi atleti della scherma azzurra. Sono alcuni degli ingredienti della 16a edizione di Cartoons on the Bay, il Festival internazionale dell’animazione televisiva e crossmediale che torna per la quarta volta consecutiva, a Rapallo, dal 22 al 25 marzo. La favola delle favole che vede la Roberts nel ruolo della perfida Regina del Male, sarà  nelle sale il 4 aprile, ma il pubblico del Festival potrà  assistere alla visione già  il 23 marzo (un’esclusiva per l’Italia Rai Cinema). Un Festival, quello organizzato dalla Rai, con la collaborazione di Rai Fiction e il contributo di Rai Cinema, Regione Liguria, Comune di Rapallo e Portofino Coast, che, ha spiegato oggi il presidente della Rai Paolo Garimberti, “conferma come i cartoni non sono più solo un prodotto destinato ai piccoli, ma un mezzo usato in tutti i comparti della comunicazione. Siamo convinti che debba essere parte fondante del servizio pubblico”. Concetto questo rilanciato anche dal Vice Direttore Generale Rai, Antonio Marano: “L’animazione è industria: la Rai sta investendo oltre 16 milioni di euro in questo settore”. Un festival che continua a crescere nei numeri: in concorso quest’anno, per aggiudicarsi i premi delle diverse categorie del Festival, ben 550 opere in rappresentanza di 40 Paesi del mondo. Quest’anno il Paese ospite é l’India. Tra le novità  di questa edizione il Pulcinella Award Live Action, attraverso il quale si apre ufficialmente ai prodotti non in animazione e ibridi. Un terzo Arlecchino Award per il ‘Miglior Cartone tratto da un Fumetto’, completa il trittico, affiancandosi ai due già  esistenti ‘Miglior Cartone tratto da un libro’ e ‘Miglior Cartone tratto da un Videogioco’. A Enzo D’Alò e Ian Livingstone i Pulcinella Award alla carriera. Fra gli ospiti, in giuria, il vicepresidente Disney, Warren Spector, e American McGee, celebre autore di videogiochi. L’edizione alle porte “é la più ricca – ha spiegato Roberto Genovesi, direttore artistico di Cartoons on the Bay – La parola d’ordine è sempre più la crossmedialità “. Il manifesto di quest’anno, è stato realizzato da Rodolfo Torti, uno dei principali disegnatori di Martin Mystére e mostra un Pulcinella appoggiato all’Antico castello sul mare di Rapallo. Olimpiadi e lo Sport è il tema di questa edizione, ha ribadito il vice Dg Gianfranco Comanducci: “in questo spirito – ha aggiunto – il circolo sportivo Rai affianca Cartoons on the Bay e conferma per il secondo anno il premio speciale per l’opera che avrà  saputo raccontare lo sport quale più importante veicolo della formazione dei più giovani”. Disney è protagonista con tante novità  tv in anteprima, tra cui l’inedita serie prescolare La Dottoressa Peluche, in onda a maggio su Disney Junior. Sono inoltre cinque, ha ricordato Luca Milano responsabile Marketing e Animazione di Rai Fiction, i titoli di Rai Fiction che hanno ricevuto una nomination ai Pulcinella Awards: Mofy, Chaplin & Co, The Freax, Ragazze dell’Olimpo e Street Football Extreme. A questi si aggiungono il film per la tv ‘La Cantata dei pastori’ e le quattro serie in Panorama: Formiche, Le straordinarie avventure di Jules Verne, Mia e Me, e Huntik 2, tutti inediti tranne quest’ultimo.(ANSA).

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi