INTERNET: A PISA NASCE LA TRASMISSIONE PIU’ VELOCE DEL MONDO

(ANSA) – PISA, 22 MAR- I ricercatori della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa, migliorando se stessi, hanno stabilito un nuovo record del mondo nella velocità  di trasmissione di dati al secondo, superando i mille Gigabit. Lo rivela l’istituto di Tecnologie della Comunicazione dell’Informazione e della Percezione della Scuola Superiore Sant’Anna, che ha lavorato in collaborazione con il Laboratorio Nazionale di Reti Fotoniche del Cnit (Consorzio nazionale interuniversitario per le telecomunicazioni) e con la multinazionale Ericsson. Nelle scorse settimane i ricercatori hanno dimostrato, primi al mondo, che gli apparati di ultima generazione, progettati e realizzati a Pisa per funzionare fino a 448 Gigabit al secondo per canale, possono essere impiegati nei sistemi installati e coesistere con il traffico reale. La sperimentazione è stata condotta in una porzione di rete spagnola, messa a disposizione da Telefonica, tra le città  di Granada e Jaen, grazie ad apparati commerciali di Ericsson insieme ai prototipi realizzati a Pisa. Il traffico è stato trasmesso con successo per una distanza di circa 300 chilometri. Nei laboratori pisani è stato invece battuto il record mondiale velocità  di trasmissione raggiungendo gli oltre 1000 Gigabit/s (1Terabit/s) e introducendo per la prima volta al mondo tecniche innovative di elaborazione dei segnali e di codifica. La rete internet superveloce – spiega la Scuola Sant’Anna – permetterà  di incrementare il numero di utenti, con auspicabile riduzione dei costi e offrirà  una velocità  di connessione superiore, sinonimo di maggiore qualità  del servizio. Con il sistema progettato dai ricercatori pisani è stato possibile trasmettere l’equivalente di oltre 300 film in alta definizione, 30 mila film in qualità  standard, gestire 500 mila collegamenti Adsl a 20 Megabit/s oppure 120 milioni di videochiamate o due miliardi di telefonate standard. (ANSA)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)

Le dirette video di Facebook disponibili a tutti gli utenti. In Italia le stanno già sperimentando

Per cercare di superare la crisi l’ad di Twitter licenzia quattro dirigenti